Network anticorruzione

ultimo aggiornamento: 04/07/2014

La Regione Puglia, con la decisione della Conferenza dei Dirttori di Area n. 32 del 14.10.2013 ha istituito una struttura di raccordo tra i Responsabili anticorruzione degli Enti e delle Agenzie che fanno parte della rete istituzionale pugliese.
Tale organismo, denominato "Network Regionale dei Responsabili della Prevenzione" è stato confermato dal Piano Triennale della Prevenzione della Corruzione adottato con Deliberazione di GR n. 66/2014 ed include i Responsabili della Prevenzione di ARES, ADISU, ARPA, ARTI, AREM, ARIF, InnovaPuglia SpA, Puglia Valore Immobiliare SpA, Pugliasviluppo S.p.A., Acquedotto Pugliese SpA, Aeroporti di Puglia SpA.
Il Network è stato istituito per soddisfare, da un lato, l'esigenza di un coordinamento ai fini della redazione dei Piani da parte di Enti e Società della rete istituzionale; dall'altro, per agevolare  il monitoraggio integrale dei procedimenti che vedono coinvolte sia le strutture regionali e sia i soggetti della rete  istituzionale. Il Network, pertanto, si configura sia quale struttura di  raccordo per la condivisione di metodologie, criteri e informazioni in  materia di prevenzione della corruzione, sia quale strumento per il controllo dei procedimenti caratterizzati da una condivisione di competenze tra Regione ed Enti della rete istituzionale, con particolare riferimento alle ipotesi in cui questi ultimi operino quali Organismi
intermedi o strutture di supporto istruttorio rispetto ai Servizi regionali.
I componenti del Network hanno deciso di condividere anche le attività formative, aderendo così sia al seminario sulla "d.lgs. 231 e piano anti corruzione" tenutosi il 17.01.2014, presso la sede di Acquedotto Pugliese s.p.a., e sia al laboratorio sul "risk management", del 20 e 21 gennaio 2014, a cura del Formez. Inoltre, gli stessi si sono proposti di prevedere nei rispettivi PTPC programmi di formazione condivisi. L'unione del profilo redazionale ed attuativo del Piano, nonché della formazione dei dipendenti consentirà una efficace integrazione sia tra le norme previste dal d.lgs. 231/2001, alle quali  sono soggette le società della rete, e dalla l. 190/2012 e sia con riferimento a tutti quei procedimenti che vedono l'intervento di servizi e strutture regionali differenti e, pertanto, non altrimenti assoggettabili ad una direzione unitaria.

ultimo aggiornamento: 04/07/2014

Deliberazione n.812 del 05-05-2014
Legge Regionale n. 26/2013, art. 25 "Norme in materia di controlli". Linee di indirizzo per le società controllate e le società in house della Regione Puglia.
Copertina delibera
812_2014_1
812_2014_2
812_2014_3

Piano triennale di prevenzione della corruzione AQP S.p.A.

ADISU Puglia - Piano di prevenzione della corruzione

Puglia Sviluppo - Piano di prevenzione della corruzione

PTPC AREM

Piano triennale di prevenzione della corruzione Innovapuglia S.p.A.